Terremoto Nepal, muore dirigente Google: stava scalando Everest

27 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

KATHMANDU (WSI) – Travolto da una valanga, uno dei dirigenti di Google, Daniel Fredinburg, ha perso la vita insieme ad altre 18 morte mentre scalavano l’Everest. È una delle migliaia di vittime del terremoto che si è abbattuto sul Nepal.

La scossa di magnitudo 7,8 ha fatto almeno 3.617 morti. Fredinburg, 33 anni, era a capo della divisione di privacy del laboratorio di innovazione del gruppo ed è stato il confondatore di Google Adventure.

Il top manager di Google X, morto per le ferite subite alla testa, era un navigato scalatore.

Fredinburg stava scalando insieme a un team di Google la più alta vetta del mondo non solo come passatempo, ma anche con un obiettivo preciso: poter creare delle cartine su Google Maps per consentire agli utenti di accedere sulla funzione street view ai percorsi del campo base dell’Everest, secondo quanto riferito dai media americani.

Il direttore della privacy di Google, Lawrence You, ha riferito che Fredinburg stava effettuando la scalata insieme ad altri tre dipendenti della società, che sono sopravvissuti. Frediburg, appassionato di hiking, è rimasto inghiottito dai ghiacci.

Il braccio filantropo del colosso dei motori di ricerca ha devoluto 1 milione di dollari per l’invio dei soccorsi nelle aree colpite dal violento terremoto.

Il dirigente scomparso ha iniziato la carriera come ingegnere di software presso Boeing prima di passare a Google nel 2007.

(DaC)