Telefonini impermeabili grazie a nuova pellicola invisibile

1 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Uno degli incubi di molte persone è far cadere il proprio smartphone nell’acqua, danneggiandolo. Ora però il problema potrebbe essere stato risolto, per sempre.

Alcuni ricercatori hanno sviluppato un nuovo dispositivo elettronico che applicato allo smartphone lo può far resistere nell’acqua per giorni senza che si danneggi minimamente, stando a quanto riportato da Il Telegraph.

Nel particolare, questa tecnica innovativa si basa su una pellicola invisibile rivestita con uno strato di atomi ossidati spesso 10 nonometri, ovvero 6mila volte più sottile dei capelli umani, e che, secondo i ricercatori, garantirebbe al dispositivo di resistere in acque salate, anche per mesi.

Il professor Samuel Graham che ha condotto la ricerca ha dichiarato: “Creando una pellicola del genere siamo in grado di “allungare la vita” a tutti i dispositivi elettronici”.

La maggior parte di questi dispositivi, come i cellulari, hanno pellicole che li proteggono dal vapore acqueo o dagli schizzi, ma non sono totalmente impermeabili.

In un recente esperimento, il professor Graham ha immerso per 10 giorni nell’acqua un dispositivo elettronico con una pellicola trasparente di atomi ossidati.

Il risultato è stato positivo, dimostrando che se applicato allo schermo delle telecamere o delle macchine fotografiche, queste si potrebbero usare anche sott’acqua.