Telecom Italia sempre più francese. Vivendi verso il 20%

16 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’obiettivo è arrivare attorno al 20% di Telecom Italia e per farlo Vivendi intende avviare un dialogo con il Governo Italiano al fine di assicurarsi il buon esito dell’operazione e che la stessa non sia vista in termini negativi. È quanto si apprende dal sito del quotidiano francese Les Echoes, che sottolinea come l’azienda di riferimento delle tlc francesi sia già oggi il primo azionista di Telecom Italia, con una quota che si aggira attorno al 15,5% e che potrebbe salire verosimilmente al 20%, secondo quanto riporta una fonte vicina al dossier.

L’aumento di quota in Telecom Italia rappresenta per il gruppo francese presieduto da Vincent Bolloré, un buon investimento finanziario, visto che l’azienda italiana è oggi considerata fra quelle del settore di taglia analoga, come una delle più attraenti. L’operazione avrebbe inoltre il merito di far avvicinare Vivendi alla platea di utenti di Telecom Italia che conta circa 150 milioni di persone in tutto il mondo, aumentando così i propri clienti offrendo a quelli di Telecom i propri contenuti prodotti da filiali come Canal+ e Universal Music.

Nel suo progetto di aumento della quota al 20% però Vivendi non avrebbe alcuna intenzione di dover lanciare un’Opa, essendo questa un’operazione difficile da gestire in un contesto finanziario. L’operazione, secondo Les Echoes vale 1 miliardo e potrebbe essere già stata firmata ma non ancora ufficializzata. (Aca)