Tasse casa, Renzi pensa di abolire l’Imu dopo l’estate

14 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – “Un taglio delle tasse sulla casa non possono che farci piacere”. Così Giorgio Spaziani Testa, presidente Confedilizia, ha commentato i rumors stampa secondo cui il premier Matteo Renzi avrebbe in mente, a partire dal prossimo settembre, di abolire l’Imu sulla prima casa.

Il piano, secondo indiscrezioni non confermate, dovrebbe essere pronto dopo l’estate con l’idea di inserirlo nella prossima legge di stabilità.

“La Confedilizia non si stanca di ripetere che la triplicazione dell’imposizione patrimoniale sugli immobili (dai 9 miliardi dell’ICI ai 25 di IMU e TASI) ha prodotto impoverimento, riduzione dei consumi, chiusura di imprese e perdita di posti di lavoro” ha dichiarato Spaziani, aggiungendo che “c’è un settore, che ha sofferto più di altri, dal quale bisognerebbe partire: quello degli immobili locati.

L’affitto è stato letteralmente annientato dall’aumento di tassazione: per farlo rinascere, l’unica strada è quella di liberarlo dalla morsa dell’imposizione locale”. (Mt)