Tassa Rifiuti: Sconti Tari per l’Expo

25 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

Milano (WSI) – Tassa rifiuti ridotta per le attività commerciali penalizzate dai lavori pubblici. Milano, sempre più un cantiere a cielo aperto in vista dell’Expo 2015, riconoscerà un’agevolazione Tari fino al 25% per gli esercizi che si ritrovano tagliati fuori dal traffico cittadino a causa di lavori che si protraggono per oltre sei mesi.

Lo sconto sarà applicato d’ufficio sulla base delle ordinanze di limitazione del traffico emanate dal comune. E sarà applicato sul conguaglio Tari o, in caso di incapienza, sull’annualità successiva. C’è anche questo nel pacchetto di emendamenti approvati dal consiglio comunale di palazzo Marino che ha trovato l’accordo sulle tasse locali del 2014.

La delibera che regolamenta le tre componenti della Iuc (l’imposta «unica» comunale composta da Imu, Tasi e Tari) è stata approvata con 27 voti a favore, 15 contrari e 2 astenuti. Ma il consenso sulle modifiche alle proposte annunciate a fine marzo dalla giunta guidata da Giuliano Pisapia (si veda ItaliaOggi del 29/3/2014) è stato molto più ampio , abbracciando trasversalmente maggioranza e opposizione nel tentativo di mitigare un salasso annunciato soprattutto per quanto riguarda la Tasi.

Con l’incremento delle detrazioni per l’abitazione principale e la previsione di una detrazione di 20 euro per ciascun figlio a carico, fino a un massimo di 60 euro, gli immobili esenti passano dai 4.200 di fine marzo (pari all’1% del totale di 360 mila abitazioni censite nel capoluogo lombardo) a 22 mila. Ma per beneficiare di entrambi gli sconti, il reddito del contribuente non dovrà superare il tetto dei 21 mila euro