SudAfrica, l’uscita dell’Italia “costa” 140 mln di euro

25 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’uscita dell’Italia dai Mondiali in SudAfrica “costa” al sistema Paese quasi 140 milioni di Euro. Questa, infatti, è la cifra stimata se la nazionale degli azzurri fosse arrivata fino in finale, in termini di indotto tra pubblici esercizi e shopping sportivo, derivato da chi avrebbe assistito dall’Italia alle partite sui maxischermo allestiti nelle diverse città (oltre 70 milioni di euro) e chi avrebbe visto le partite tra bar, pizzerie e pub (circa 67 milioni di Euro). E’ quanto emerge da una stima dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza-Brianza su dati Isnart, Ciset, Sky, Istat, Makno. Le imprese dell’economia sportiva Sono complessivamente oltre 27mila le imprese attive in Italia nell’economia sportiva, che spazia dalla fabbricazione e dal commercio di articoli sportivi fino alla gestione di impianti e palestre. Nonostante la crisi, le imprese legate allo sport fanno registrare in un anno in Lombardia una crescita del +0,4%, con un aumento delle imprese soprattutto nel settore della gestione di impianti, palestre e club sportivi (in Lombardia +1,6%, in Italia +1,5%).