Sud Corea: Wartsila e Hyundai, logistica a Napoli

24 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Wartsila Italia (oltre 1.250 dipendenti, fatturato 2006 superiore a 293 milioni di euro) e Hyundai Heavy Industries Co. (26mila dipendenti) sottoscrivono un accordo di joint venture con partecipazione al 50 per cento per la costruzione in Corea di motori dual fuel (diesel e gas) da installare soprattutto su navi gasiere vincendo la concorrenza della tedesca Man. Lo annuncia ieri il presidente e amministratore delegato di Wartsila, Sergio Razeto. Il capitale della nuova società sarà di 58 milioni di euro e la quota in possesso di Wartsila sarà pari a 29 miliooni di euro. La nuova società (oltre 150 nuovi dipendenti), che si chiamerà Wartsila Hyundai Engine Company Ltd, avrà sede del Sud della Corea. Principale attività dello stabilimento l’assemblaggio e il collaudo dei motori. La consegna del primo dual-fuel è prevista per la seconda metà del 2008. Il presidente e amministratore delegato del gruppo Wartsila (stabilimenti a Trieste e a Vaasa in Finlandia con logistica in Italia a Palermo, Napoli e Genova), Ole Johansson, fa sapere che “questo accordo rafforzerà la presenza di Wartsila sul mercato asiatico, che evidenzia un continuo sviluppo”. La società in joint venture (l’accordo è soggetto ora all’approvazione delle autorità che regolano la concorrenza) produrrà motori Wartsila 50 Df per i mercati della costruzioni navali coreano, giapponese, cinese e taiwanese. Resta assicurato che la Wartsila Trieste continuerà a produrre i motori W 50 Df per il resto del mercato mondiale marino con la sola esclusione dell’area asiatica. “Gli investimenti in corso a Trieste per incrementare la capacità del delivery centre – afferma Razeto – diventano ora sempre più importanti per Wartsila, poiché l’aumentata capacità può essere focalizzata sia sul crescente mercato delle centrali, sia sul forte mercato marino tradizionale, come ad esempio il settore delle navi da crociera”. Il possesso delle competenze tecniche e di sviluppo rimarranno a Trieste e la joint venture con la Hyundai utilizzerà proprio queste tecnologie per il motore 50 Df, tanto che alcune nuove funzioni verranno implementate a Trieste proprio per supportare lo sviluppo dei prodotti nei confronti del nuovo assetto. “Tutti gli aspetti tecnologici – sottolinea Razeto – sono coperti e mantenuti da Wartsila e anche il prodotto dell’accordo con la Hyundai manterrà il marchio Wartsila 50 Df e sarà assolutamente uguale a quello prodotto a Trieste. Questo accordo – conclude Razeto – consentirà alla Wartsila di mantenere la leadership nella produzione, vendita e assistenza dei motori a gas a livello mondiale, anticipando e contrastando efficacemente la concorrenza che ha recentemente lanciato sul mercato un motore a gas con caratteristiche simili al 50 Df”.