Storico incontro tra le due Coree, ma denuclearizzazione resta un’incognita

27 Aprile 2018, di Mariangela Tessa

Storico vertice tra il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, e il presidente sudcoreano, Moon Jae-in, che si sono incontrati oggi per la prima volta alla linea di demarcazione militare nel villaggio di Panmunjom che divide le due Coree per dare il via al terzo summit intercoreano, il primo che nel territorio della Corea del Sud. Questo vertice dovrebbe inoltre fare da preludio a un attesissimo faccia a faccia tra Kim e il presidente americano Donald Trump.

Moon e Kim si sono stretti la mano, sorridendo e scambiando alcune parole. Kim ha poi varcato la linea di demarcazione militare, diventando il primo leader nordcoreano a entrare in territorio sudcoreano dal 1953, quando proprio a Panmunjom venne firmato l’armistizio che ha posto fine alle ostilità della guerra di Corea. Moon ha voluto sottolineare il momento varcando anch’egli la linea di demarcazione, per muovere alcuni passi sul suolo norcoreano e subito tornare al di qua del confine

Nei colloqui tra i due lader, l’arsenale atomico nordcoreano dovrebbe essere stato in cima all’agenda. Senza un programma di denuclearizzazione di Pyongyang, “non possiamo aprire un nuovo capitolo di pace nella penisola coreana”, ha detto alla CNBC Chery Kang, consigliere speciale del presidente della Corea del Sud, specificando che Seul  spera di persuadere Kim “ad adottare una dichiarazione scritta congiunta sulla denuclearizzazione della Corea del Nord”.

Una possibilità che sembra remota secondo Scott Snyder, ricercatore senior per la Corea Studies, visto che “La Corea del Nord ha tradizionalmente riservato la denuclearizzazione come un problema da trattare esclusivamente con gli Stati Uniti”.

Il presidente Moon d’altro canto spera di concludere

“un accordo audace per offrire un grande regalo a tutto il popolo coreano e a tutte le persone che ambiscono alla pace. Speriamo di avere accordi di pace e un miglioramento delle relazioni inter-coreane, sono tutti legati alla questione del problema nucleare della Corea del Nord”, ha continuato.

“Una nuova storia comincia adesso”, ha scritto il leader di Pyongyang, Kim Jong-un, sul libro degli ospiti alla Peace House, edificio nella parte sudcoreana del villaggio di confine di Panmunjom, dove si tiene il summit.vKim ha inoltre auspicato di “non sprecare l’occasione”. “Il mondo ci guarda”, ha detto invece il leader di Seul, Moon. La Casa Bianca ha augurato “pace e prosperità alla penisola coreana”.