Soros nei guai, suo fondo indagato per insider trading

6 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il 31 luglio scorso il finanziere George Soros ha assunto una posizione lunga nel capitale di Herbalife, facendo schizzare al rialzo i titoli della società di nutrizione e prodotti dietetici.

Secondo gli inquirenti, tuttavia, il fondo gestito dall’investitore miliardario avrebbe commesso un reato di insider trading poco prima dell’annuncio ufficiale dell’acquisto della quota del 5%.

La causa legale è stata presentata alla Sec, l’autorità di controllo dei mercati finanziari americana, da Bill Ackman, che gestisce il fondo hedge Pershing Square e che detiene un miliardo di titoli a breve Herbalife.

Nei documenti depositati alla Consob Usa si legge che un manager di portafogli del gruppo di Soros ha partecipato ad alcune riunioni con i gestori dell’industria dei fondi hedge nell’ultimo mese, dando agli investitori la possibilità di fare profitti scambiando titoli in vista dell’operazione di acquisto.

Lo riporta il New York Post, che ricorda che mercoledì le azioni di Herbalife hanno fatto un balzo del 9% dopo le indiscrezioni pubblicate dalla CNBC circa l’intesa stretta da Soros per ottenere la quota del 5%.