Schulz: “accordo Grecia potrebbe arrivare questa settimana”. Bond greci si rafforzano

24 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Ritengo che entro la fine di questa settimana sarà raggiunto un nuovo accordo, che dovrebbe essere sufficiente per l’erogazione dei finanziamenti più urgenti”. E’ quanto ha detto Martin Schulz, numero uno del Parlamento europeo, in un’intervista rilasciata a La Repubblica.

A quel punto, ha precisato Schulz, la Grecia avrebbe “non più di tre mesi” per presentare un piano che sia “credibile, dettagliato e definitivo”. Da segnalare infatti che l’estensione dell’attuale piano di bailout scadrà alla fine di giugno.

Effetto positivo sui bond greci, con i tassi sui bond a tre anni (grafico), che scendono rispetto ai massimi delle ultime sessioni. Tuttavia, il valore dei rendimenti rimane decisamente alto, attorno al 21%, indicando un elevato rischio di default.

La Grecia intanto, stando a quanto riporta Reuters, “presenterà il proposto pacchietto di riforme entro il prossimo lunedì, nella speranza che (i creditori) erogheranno quel contante di cui ha disperatamente bisogno, stando a quanto ha detto oggi il portavoce del governo, Gabriel Sakellaridis, intervistato da Mega TV”. Reuters precisa che “Sakellaridis ha detto che il piano di riforme che sarà presentato da Atene non conterrà misure recessive ma cambiamenti strutturali”. E riguardo all’incontro tra il premier greco Alexis Tsipras e la controparte tedesca Angela Merkel, ha detto: “Credo che qualche punto di convergenza sia stato trovato”.

E’ intanto corsa contro il tempo. Il prossimo 9 aprile, scade un’altra tranche del debito di Atene verso il Fondo Monetario Internazionale, del valore di 467 milioni di euro. Se la Grecia riuscirà a convincere i suoi creditori, questi ultimi potrebbero erogare parte della tranche del bailout da 7,2 miliardi di euro, al momento trattenuta. (Lna)