Schiaffo di Aeroflot ad Alitalia: “non siamo interessati”

15 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Se si ritira Air France si aprirebbe una gara che può essere interessante perché ci sono sicuramente delle compagnie europee e non che possono essere molto interessate ad Alitalia”, aveva detto qualche ora fa il presidente di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli, socio di peso della compagnia controllata da Cai.

Si continua a guardare all’estero alla ricerca di un possibile un nuovo partner internazionale. Circolano i nomi di Air China, Etihad e Aeroflot. Ma da Aeroflot arriva subito uno schiaffo. “Aeroflot non pensa di acquisire Alitalia né di fornire sostegno finanziario”, ha riferito una fonte della compagnia russa, che esclude dunque, stando a quanto riporta Reuters.

Questo, dopo che Air France ha votato contro il piano approvato dal consiglio di amministrazione di Alitalia, che ha anche approvato la proroga (al 27 novembre, quando tornerà anche a riunirsi il cda) dei termini per partecipare all’aumento di capitale. Parigi, stando a quanto si apprende, ha apprezzato la parte industriale, che “va nella giusta direzione”, ma ha votato contro per la presunta assenza di misure per ridurre il debito.

Il nuovo piano Alitalia prevede risparmi per circa 200 milioni, con circa 2.000 esuberi (compreso il mancato rinnovo di un migliaio di contratti a termine).