Piazza Affari: scenari a medio termine, asset che rischia crollo -40%

15 Giugno 2016, di Simone Rubessi

Borsa Milano dopo i forti ribassi delle ultime cinque sedute ha visto il listino di Piazza Affari cadere in profondo rosso. Ora i prezzi hanno raggiunto una soglia di supporto importantissima che se rotta al ribasso cambierebbe gli scenari di lungo periodo. Al momento  i sondaggi sul referendum Brexitvedono in miglioramento se pur di poco i favorevoli alla permanenza, tuttavia i giochi sembrerebbero decisamente ancora aperti e non prevedibili.

Difficile stabilire se non sarà così, con un uscita dell’Inghilterra,  oppure se le previsioni resteranno invariate in conseguenza di una permanenza nell’.Unione europea

Dal punto di vista del quadro tecnico da questo livello, concomitante con una zona di minimo del ciclo annuale, i prezzi dovrebbero iniziare una nuova salita, spinti dall’inizio del nuovo ciclo quinquennale, scenario che si concretizzerebbe con buone probabilità in caso di vittoria del fronte “Remain” nel Regno Unito. Personalmente, per quanto conta, ritengo che alla fine il referendum manterrà il paese all’interno della comunità europea.

Diversamente, se dovesse esserci l’uscita, probabilmente i listini in preda ad una forte volatilità potrebbero sfondare la trend-line inferiore del ciclo decennale e continuare la discesa. Ciò comporterebbe uno scenario completamente diverso che potrebbe degenerare pesantemente con un altro tonfo dei listini, ed una svalutazione fortissima (circa 40%) della sterlina sull’euro.

Dal il punto di vista tecnico, si parlerebbe dell’inizio di un probabile nuovo ciclo quinquennale ribassista, con tutto ciò che ne potrebbe conseguire.

Nel breve periodo Dna ciclo otto giorni indica ancora salita: primo target del rimbalzo 16.700, da verificare successivamente la situazione per determinare i nuovi target.