Saipem: Blackrock ha venduto titoli per €315 milioni prima del crollo

12 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il maggiore fondo di investimento al mondo e’ finito nel mirino degli inquirenti, per il tempismo sospetto di un’operazione condotta a poche ore di distanza dal profit warning lanciato da Saipem, che ha gettato del panico gli investitori e ridotto il valore dei titoli del gruppo di trivellazione di quasi un terzo.

Le autorita’ di controllo di Regno Unito e Italia vogliono vederci chiaro, per accertare se ci sono gli estremi per avviare una causa per comportamento illecito sui mercati.

Il 28 gennaio, Bank of America Merrill Lynch ha ceduto una quota del 2,3% nell’azienda controllata da Eni, per un valore complessivo pari a 315 milioni. Ad occuparsi dell’operazione e’ stata BlackRock, secondo quanto riferito al Financial Times da alcune fonti a conoscenza dei fatti.

Appena 24 ore dopo, una revisione al ribasso delle prospettive sugli utili di Saipem ha provocato la riduzione della capitalizzazione di mercato dell’azienda di quasi un terzo.

L’avvertimento ha mandato su tutte le furie gli investitori istituzionali che hanno acquistato titoli qualche momento prima, secondo quanto riferito dai broker al Financial Times.

In ottobre il team manageriale precedente di Saipem aveva assicurato che l’azienda di servizi petroliferi avrebbe centrato i target nel 2012.

Massachusetts Financial Services, un fondo di investimento americano, ha comprato titoli Saipem per 338,2 milioni di dollari, pari al 2% della quota azionaria, una manciata di ore prima dell’emissione del profit warning.