Blockchain: con Rocket ora è possibile pagarci le bollette

30 Gennaio 2020, di Alberto Battaglia

Dagli stessi creatori di Coinshare, una piattaforma di acquisti online i cui pagamenti sono veicolati tramite la tecnologia blockchain, è in arrivo Rocket, una nuova startup che permetterà agli utenti di pagare le bollette in moneta digitale. Il principio di Coinshare era quello di accrescere la rete di contatti e di utenti della piattaforma mediante il sistema del cashback (più il proprio gruppo di contatti acquista prodotti all’interno della piattaforma, più denaro viene ricevuto indietro per nuove operazioni).
I gettoni guadagnati tramite questo meccanismo potranno essere utilizzati proprio per pagare le bollette tramite Rocket. L’offerta commerciale partirà ufficialmente a marzo nel mercato domestico dell’energia; successivamente, a giugno, Rocket punta ad estendersi al mercato del gas e dal gennaio 2021 a tutti gli altri servizi programmati.

Rocket, nelle parole dei fondatori

Questa la presentazione di Rocket secondo le parole pronunciate dal co-fondatore Luigi Maisto:

“Quello della liberalizzazione dell’energia elettrica è un mercato enorme che si sta aprendo e noi ci inseriremo in questo mercato con determinazione e autorevolezza dando ai clienti, innanzitutto domestici e subito dopo anche business, un’opportunità senza precedenti. Infatti non solo i clienti potranno godere dei prezzi competitivi che l’efficienza del nostro sistema totalmente digitale ci permetterà di praticare ma potrà anche pagare l’energia consumata con i token maturati attraverso tutti gli altri acquisti effettuati con il wallet (borsellino elettronico) del sistema Coinshare, dove sono già registrati 400mila utilizzatori, di cui 40mila già attivi. Ecco perché possiamo senza dubbio definirci la prima sharing company in blockchain”.

In altre parole, per gli utenti della piattaforma Coinshare sarà possibile “spendere” i gettoni avuti in cambio in seguito ai propri acquisti (o a quelli della propria rete di contatti) per pagare le bollette di casa.

“Cominceremo dall’energia elettrica ben consapevoli che è un mercato difficile,ma anche perchè è grande e richiama l’attenzione di tutti”, ha osservato l’altro fondatore, Alberto Ferlin, nel corso della presentazione tenutasi a Milano il 27 gennaio, “In Italia potrà arrivare a valere fino a 20 miliardi di euro di consumi che potranno cambiare fornitore. Puntiamo a totalizzare entro il 2023 circa 100 mila clienti per circa 100 milioni di fatturato”.

“Il passo successivo – ha completato Magli,  sarà quello di estendere l’offerta di Rocket ad altri servizi essenziali, sempre utilizzando la blockchain: servizi propri, come la telefonia mobile virtuale che può avere grande spazio in Italia, e servizi di terzi, come nel banking, con l’instant credit e il social lending”.