Risparmi, spiragli di miglioramento per gli italiani

14 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Per gli europei il 2015 si apre con una percezione più positiva della propria situazione finanziaria. Calano, infatti, dal 41 al 36% gli intervistati che rispetto allo scorso anno vedono peggiorata la propria situazione finanziaria.

È uanto emerge dal rapporto internazionale sul risparmio condotto da ING. L’indagine è stata realizzata su un campione di 12.743 individui in 13 paesi europei.

Anche in Italia l’umore sembra migliorato e, nonostante si riconfermi anche nel 2014 come il Paese con la più alta percentuale di individui preoccupati per lo stato delle proprie finanze, il dato risulta comunque in diminuzione rispetto agli anni precedenti.

Il 51% degli italiani (era il 58% a inizio 2014) ritiene che negli ultimi tre mesi dell’anno scorso l’evoluzione del quadro economico abbia determinato un deterioramento delle proprie finanze.

Tra i Paesi più sfiduciati troviamo la Francia (50%) e la Spagna (44%), seguiti dal Belgio (41%) e dalla Turchia (39%). Il livello di soddisfazione più elevato si riscontra, invece, in Germania, dove solamente il 23% della popolazione vede peggiorata la propria situazione economica, seguita dalla Repubblica Ceca (25%), dai Paesi Bassi e dal Regno Unito (27%).

(DaC)