Rialzo dei tassi in Usa? Gli investitori ci credono

20 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il caso Cipro spadroneggia in Borsa. Nel corso del pomeriggio l’attenzione degli investitori si trasferirà verso il meeting del Fomc, la commissione operativa della Federal Reserve. Ebbene, la maggior parte degli economisti ritiene che non ci saranno novità di rilievo in merito ai tassi d’interesse, ma che il governatore della Fed, Ben Bernanke, potrebbe dare qualche indicazione su una possibile fine del quantitative easing entro fine anno, dopo i recenti dati macroeconomici incoraggianti provenienti dal mercato del lavoro.

Nonostante la situazione di “calma apparente”, fra i grandi fondi obbligazionari statunitensi è grande il fermento. I fondi hanno iniziato a mettere a punto infatti una strategia alla ricerca di soluzioni per coprirsi dal rischio di un forte aumento dei tassi di interesse, nel caso in cui la crescita dell’economia americana dovesse convincere la Fed che è arrivato il momento di svincolarsi dalla politica accomodante.

Diversi investitori stanno prendendo posizione sugli exchange traded funds, ossia gli Etf, per trarre profitto quando i tassi di interesse verranno alzati.

Secondo gli ultimi dati disponibili da Lipper, sono defluiti più capitali nei fondi comuni di investimento denominati leveraged loan nelle prime 10 settimane di quest’anno che in tutto il 2012. Nel dettaglio l’ammontare di tali investimenti è stato pari a 12,4 miliardi di dollari, che si confronta con un dato di raccolta totale per tutto il 2012 pari a 11,9 miliardi di dollari.

Carl Eichstaedt, senior portfolio manager di Western Asset Management, ha spiegato al Financial Times che sta prendendo posizione sulle obbligazioni bancarie in grado di garantire alti yield, piuttosto che posizionarsi su bond junk.

L’esperto ritiene che la politica dei tassi bassi sponsorizzata dalla Federal Reserve non cambierà nel breve termine, ma che sia comunque meglio iniziare fin da subito a disegnare una strategia che includa questo scenario. “Fra cinque o dieci anni i tassi di interesse saranno sicuramente più alti”. Come dire: meglio portarsi avanti.