Retail e catasto, le ultime applicazioni della blockchain

18 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Il settore delle vendite al dettaglio, si sa, è in crisi ma i ricavi annuali derivanti dalla Blockchain sul tracking delle attività retail registra un vero e proprio boom. Secondo una nuova ricerca realizzata da Juniper Research dal titolo “Blockchain for Land Registry & Asset Tracking: Opportunities, Challenges & Forecasts 2019-2030” saliranno a ben 4,5 miliardi di dollari entro il 2023.

Lo studio punta i riflettori sulla versatilità della tecnologia blockchain, capace di offrire ai rivenditori una maggior trasparenza nella catena di fornitura, nella gestione della fidelizzazione dei clienti e nell’efficienza operativa e, tra gli altri vantaggi, porta anche a un’adozione più rapida rispetto ad altri settori. Lo studio inoltre sottolinea come, mentre alcuni rivenditori (tipo Alibaba o JD.com) stanno lanciando le proprie piattaforme BaaS (Blockchain-as-a-Service), altri come Walmart hanno scelto di collaborare con fornitori esterni specializzati.

Ma non solo retail: la blockchain, rivela lo studio, è entrata ormai anche nel mondo del catasto e molti paesi spenderanno per questo scopo oltre 72 miliardi di dollari entro il 2023. Che la blockchain sia la tecnologia del futuro ormai non v’è dubbio.