Renzi: “Non alzerò le tasse”

15 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il premier Renzi promette che non si farà influenzare dai burocrati e che non alzerà le tasse, visto che “la crescita si fa con riforme e in Europa, non certo con manovre correttive”.

Intanto, però, il suo ministro dell’Economia, Padoan, ha convocato una riunione di emergenza per legge di Stabilità, stando a quanto si apprende sui giornali di stamattina.

Il Tesoro ha smentito ieri le indiscrezioni stampa del Corriere secondo cui la manovra sarebbe arrivata prima del previsto, entro Ferragosto.

Che si faccia nei tempi previsti o in anticipo, rimane il fatto che degli aggiustamenti sui piani finanziari ed economici del governo sono probabili visto anche il nuovo record messo a segno ieri dal debito pubblico.

Nonostante il rafforzamento dell’euro, che viaggi su 1,36 dollari nei mercati valutari, il passivo delle casse statali è salito di altri 20 miliardi a 2.166,3 miliardi. Sui dati ha pesato l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro.