Renzi attacca Letta: “Imu, cambiale pagata a Berlusconi”

20 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “L’imu è una cambiale che si paga all’accordo con Berlusconi. Io credo che sia giusto abbassare le tasse, ma mi piacerebbe capire da dove partire. Noi a Firenze abbiamo abbassato l’irpef”. Così Matteo Renzi, parlando a radio 24.

Il sindaco di Firenze lancia anche un invito a Prodi che sembra non intenzionato a rinnovare la tessera democratica. “Spero che non lo faccia. Io sono dell’idea che ci debbano essere solo due partiti, per cui non sono contento che la gente se ne va dal partito. Mi auguro che ci ripensi”.

_________________

ROMA (WSI) – “Spero che Letta faccia bene. Sperare che vada male e’ stupido perche’ e’ il goveno dell’Italia e io faccio il tifo per il mio Paese. Spero faccia le cose che deve fare se poi non le fara’ saremo a dire falle”. Cosi Matteo Renzi presentando al Salone del libro il volume “Oltre la rottamazione”.

“Aver fatto risalire Berlusconi e’ un errore gravissimo, che ha fatto una sinistra troppo sicura di se’ e troppo sorda alle richieste della base” – prosegue Renzi – “Noi l’abbiamo riportato in politica facendo un errore clamoroso”.

Parlando del partito Renzi ribadisce che non sara’ tra i candidati alla segreteria del Pd. E consiglia di superare quella diffidenza che c’e’ a sinistra verso l’idea del leader.

“Bersani ha sempre parlato di ‘ditta'”, di un collettivo “nobilissimo” ma per vincere serve una leadership. “Dico no al leaderismo, ma senza un leader non si vincono le elezioni“, dice il sindaco di Firenze.

“Epifani è il traghettatore, anche se la parola non mi piace, vedremo cosa fara tra tre o sei mesi. Per Chiamparino ho un’autentica ammirazione. A me piacerebbe che tornasse ad impegnarsi in politica, è il suo ambito e ambiente naturale, ma è insopportabile tirare qualcuno per la giacchetta””.

Sul Movimento 5 Stelle Renzi dice: “Io credo che Grillo non sia un buon utilizzatore di internet e social network, e’ straordinario animale televisivo“.

Il sindaco di Firenze aggiunge: “Grillo che dice ‘Vaffa’ ai soldi dall’alto della sua dichiarazione dei redditi di 4 mln di euro e’ ridicolo. E’ ridicolo che si siano votati 150 parlamentari il cui unico impegno oggi e’ discutere dello scontrino. Prendetevi ‘sti soldi – ha concluso – e governate il Paese”. Renzi ha poi aggiunto: “Credo che il Gruppo del Movimento 5 Stelle si spaccherà”.

“Un partito politico non vive di manifestazioni fatte da altri” replica Renzi alle polemiche per l’assenza del Pd alla manifestazione di ieri promossa dalla Fiom. “Io, per esempio -ha aggiunto- ho trovato ridicolo fare una manifestazione contro la poverta’. E’ doveroso combattere la poverta’ ma non ci si pulisce la coscienza facendo una manifestazione, si devono creare posti di lavoro”.

Il sindaco di Firenze poi sottolinea “Oggi non riuserei la parola rottamazione, perche’ forse abbiamo fatto un po’ di paura nel dare un messaggio tutto incentrato sul ricambio senza qualcosa in piu’. Ora vorrei dare un’idea della visione e non solo della distruzione”. (Rainews)