Regno Unito: a giorni lancio referendum “fuori o dentro Ue”

21 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – A giorni il primo ministro britannico calera’ il velo su un evento storico per l’Europa: il referendum per decidere se il Regno Unito rimarra’ all’interno dell’Unione Europea o no. A detta degli osservatori e delle fonti citate dal Telegraph, il discorso, posticipato per via della crisi di ostaggi in Algeria, dovrebbe accontentare gli euro scettici inglesi.

Il discorso ufficiale non conterra’, tuttavia, la promessa di introdurre una nuova legge di modifica della costituzione in Parlamento – un elemento che deludera’ gli anti europeisti piu’ radicali, come il leader del partito d’Indipendenza dell’UKIP, Nigel Farage.

Le cifre governative mostrano infatti che un’azione politica di questo tipo spezzerebbe in due la coalizione di governo formata da Conservatori e Liberal Democratici di Clegg, con questi ultimi che si schiererebbero a fianco dei Labouristi per bloccare l’iniziativa.

Cameron doveva intervenire la scorsa settimana ad Amsterdam sul delicato argomento del ruolo del Regno Unito in Europa. Il premier si concentrera’ sul gap crescente tra le istituzioni europee e i suoi cittadini, citando “una mancanza di responsabilita’ democratica e di consensi, un sentimento che e’ particolarmente acuto in Gran Bretagna”.