Re Bond: “stiamo facendo soldi gratis” con la volatilità

28 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Jeffrey Gundlach di DoubleLine Capital viene soprannominato il Re dei Bond per la sua esperienza negli investimenti nel mercato obbligazionario. La sua società però si sta concentrando su un altro investimento per fare soldi “facili”: l’acquisto di opzioni put a cinque mesi sull’indice S&P 500 subito dopo che l’indice della volatilità Vix è sceso ai minimi da dicembre 1993.

Il primo giorno è sembrata una scommessa sbagliata, con il fondo che ha perso un bel po’ di soldi. Ma da quel momento in poi, Gundlach può essere ben contento del suo investimento e ne ha parlato a Reuters in un’intervista telefonica come a un modo per “fare soldi gratis“.

“Siamo in un periodo debole per l’azionario in termini stagionali, ma soprattuto siamo convinti che la volatilità era su valori veramente, veramente bassi. Comprare put sull’S&P 500 è un modo per andare lunghi sulla volatilità”, ossia scommettere su un suo rialzo.

“Adesso siamo pentiti di non aver acquistato più opzioni put“, spiega Gundlach, amministratore delegato di DoubleLine, che gestisce $110 miliardi di attivi. Gundlach dice di essere ancora esposto all’oro, che è su valori molto convenienti.

Secondo il Re dei Bond i prezzi dell’oro sono destinati a salire perché “l’oro sembra molto economico rispetto ad altri mercati che sono saliti decisamente nell’ultimo periodo, come per esempio il Bitcoin o titoli come Amazon”.

Prima di salire al timone della società di investimenti DoubleLine Capital,  Gundlach era il numero uno di un fondo con $9,3 miliardi di attivi in gestione, il Total Return Bond Fund (TCW).