Re dei Bond: niente recessione Usa, shortate Germania

8 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

Nessuna recessione in vista negli Stati Uniti. Assumere posizioni short sui Bund. Sono due delle previsioni di Jeffrey Gundlach, numero uno di DoubleLine Capital, conosciuto a Wall Street come il “Bond King”.

Nel dettaglio, ecco i punti principali enunciati dal Re dei Bond durante il suo webcast “The Byrds” di ieri.

Gundlach nota che quello attuale è una delle fasi di crescita più sincronizzate da anni. Nonostante questo, l’esperto si aspetta un aumento delle quotazioni dei bund a 10 anni con rendimenti in discesa a 2,25% prima di un nuovo sell off, che porterà  risalire al 3%.

 

L’esperto sottolinea il trend opposto tra tasso disoccupazione tedesca e francese e invita a far attenzione al fenomeno Le Pen.

Passando ad analizzare la situazione americana, i fari vengono accesi sul boom di fiducia degli imprenditori:

Per l’esperto americano, l’ottimismo sta salendo ma sono soprattutto i repubblicano a a vedere rosa sul futuro. Come dimostra il grafico sotto:

Gundlach non vede nessuna recessione in vista per gli Stati Uniti. Lo dimostra l’andamento del superindice, salito ancora.

Per spiegare in parte l’andamento al rialzo dello S&P 500, Gundlach osserva che se è vero che la Fed non sta comprando asset, le altre banche centrali sono in fase di acquisto.

Nulla di buono in vista per Wall Street, Per quanto riguarda le previsioni dello S&P 500,

… l’esperto sottolinea l’incremento del rapporto Price/Sales:

a fronte di debiti stanno salendo verso nuovi record: