Rand Sud Africano si rivaluta

5 Agosto 2016, di Simone Rubessi

E’ a mio avviso fondamentale comprendere l’importanza che i tassi di interesse hanno in economia, perché è dai tassi che tutto ha origine.

E così in un’ Europa in cui i tassi di interesse sono estremamente bassi (vedere immagine), gli investitori spostano i loro capitali in stati dove i rendimenti sono più alti, ossia dove i tassi di interesse sono più alti.

Indubbiamente uno tra questi stati è il Sud Africa, una decina di giorni fa evidenziavamo un momento adeguato per uno short sul cross Euro-Zar , la valuta Sud Africana infatti aveva rotto un supporto importante, apprezzandosi sull’Euro proprio a causa dell’ingresso di nuovi ingenti capitali  in considerazione dei maggiori tassi di interesse percepibili in investimenti locali.

In pochi giorni  il cross ha perso  oltre il  6%  e sembra direzionato a  target 10/11 , se così sarà il Rand  si  rivaluterà  del 30% circa, in circa due anni,  se a questo rendimento aggiungiamo un 6 – 7% annuo  su  un investimento obbligazionario , il risultato finale è quantificabile in un gain notevole.

Rivalutazione che a livello ciclico dovrebbe  coincidere con la chiusura di un ciclo Ventennale, come da previsione.

Il ciclo Biennale è ormai fortemente ribassista , pertanto come previsto andiamo incontro ad una rivalutazione considerevole che come primo target  avrà la media mobile rappresentativa del ciclo Quinquennale,  anche detto  ciclo Economico.

Alla media mobile del ciclo Quinquennale i prezzi sono quasi arrivati, successivamente il target sarà la media mobile del ciclo  Decennale (viola) in area 13,3700 .

Per ulteriori informazioni consultare www.ratingconsulting.com