Quotazione Pirelli: opportunità o truffa? Scoppia polemica

28 Settembre 2017, di Mariangela Tessa

Nicola Porro, vicedirettore del Giornale, attacca Il Fatto Quotidiano sulla quotazione Pirelli. Nel mirino del giornalista, la pubblicazione di un articolo a firma Giorgio Maletti nel quale il ritorno in  Borsa del gruppo italiano viene praticamente bollato come come una “truffa”.

Nel corso della sua rubrica, “Zuppa di Porro”, il vicedirettore del Giornale cita alcune righe dell’articolo del Fatto:

“attenzione, perché riquoteranno quello che hanno tolto dal mercato solo due anni fa, ma solo con molti più debiti”. E a proposito della Consob: “avete fatto un prospetto, cioè sostanzialmente un libretto di istruzioni di 950 pagine, che nessuno si leggerà”

Per Nicola Porro, l’articolo

“grida, adesso semplifico un po’, alla truffa nella vendita di queste azioni da parte di Marco Tronchetti Provera e dei cinesi che la riquotano, va bene?

Peccato – nota Porro –  che

“due pagine prima (dell’articolo in questione, ndr), sul Fatto, c’è mezza pagina di pubblicità proprio della Pirelli che dice: comprate le nostre azioni che saranno sul mercato ancora per le prossime 48 ore”.

“Ma mi chiedo: se un giornalista dice che stanno vendendo una truffa, stanno vendendo un prodotto avvelenato, quel giornale non può pubblicizzare quel prodotto avvelenato. Questa non è una critica a un grande marchio, per dire al grande marchio: guardate che vi siete comportati male”.