Profitti società quotate Usa verso sette trimestri negativi di fila

23 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Con l’economia globale che sta scivolando verso la recessione, nemmeno i profitti delle aziende quotate sull’S&P 500 “vanno bene” come vorrebbero far credere i media mainstream. Anzi, non vedrebbero segno positivo da ben sette trimestri.

Secondo alcuni blog finanziari americani, che citano le tabelle dell’International Statistical Institute (ISI), gli Stati Uniti sarebbero già ufficialmente in recessione, dal momento che i due trimestri del 2015 per il momento hanno visto un calo dei profitti rispetto all’anno precedente.

Nemmeno un aumento dei ricavi del 4% nel primo trimestre 2016 sarebbe in grado di riconquistare la vetta toccata in termini di fatturato nell’ultimo trimestre del 2014.

Le imprese quotate sul paniere principale della Borsa americana dovrebbero registrare almeno un più 6% rispetto al 2015 per ritornare a livelli del terzo trimestre dell’anno scorso. L’andamento è decisamente in fase calante.

(Cba-DaC)