Prestiti Pmi, moratoria prorogata di un anno

3 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Le piccole e medie imprese italiane potranno continuare a usufruire della moratoria sui prestiti. La buona notizia è arrivata in questi giorni, con la firma della proroga delle misure varate a febbraio 2013, la cui scadenza era per giugno.

Per un altro anno quindi, le aziende italiane che devono saldare un prestito online o tradizionale agli istituti di credito possono tirare un sospiro di sollievo. Il provvedimento oggetto della moratoria non riguarda solo la sospensione dei finanziamenti. La misura è infatti costituita da tre diversi interventi di sostegno alle imprese.

Per quanto riguarda la sospensione, potrà essere richiesto dalle pmi lo stop per 12 mesi della quota capitale delle rate del mutuo e la sospensione per 6 o 12 mesi della quota capitale del canone di leasing di immobili e non. Possono effettuare la richiesta solo le aziende che non ne abbiano beneficiato prima della proroga.

La sospensione delle rate va di pari passo con la promozione della ripresa delle imprese in crisi. Tra i provvedimenti previsti in quest’ottica, la concessione di finanziamenti che siano proporzionali all’aumento dei mezzi propri di un’impresa che vuole mettere in atto un rafforzamento patrimoniale.

La moratoria prevede inoltre la possibilità di allungare i finanziamenti in corso. Le scadenze del credito a breve termine potranno essere posticipate fino a un massimo di 9 mesi per esigenze di cassa riguardanti l’anticipazione di crediti esigibili. È stata inoltre allungata ulteriormente rispetto alla moratoria di febbraio 2012 la possibilità di dilatare la durata dei mutui, che ad esempio per quelli ipotecari può arrivare fino a 4 anni.

La proroga della moratoria è stata firmata dall’Abi e dalle associazioni di categoria imprenditoriali. “Il metodo del confronto tra le parti anche questa volta ha prevalso. Un confronto teso al senso di responsabilità nell’interesse di tutti, un segnale di un modo di essere e di fare che in questo momento storico particolare del paese è un dovere di tutti” ha dichiarato Vincenzo Boccia, presidente della piccola industria di Confindustria.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da
Super Money – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Super Money. All rights reserved