Poste Italiane: primi nove mesi in crescita grazie a servizi assicurativi e pagamenti

6 Novembre 2019, di Mariangela Tessa

Primi nove mesi con utili e ricavi in crescita per il gruppo Poste Italiane, che ha confermato di essere sulla “sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi del 2019 in tutti i segmenti di business”. Lo ha detto l’amministratore delegato, Matteo Del Fante, in occasione delle presentazione degli ultimi risultati di bilancio.

Vediamo nel dettaglio i numeri. I ricavi nel terzo trimestre dell’anno si sono attestati a 2,568 miliardi (+1,8%), in linea con le attese degli analisti. Un risultato che ha portato il bilancio dei primi nove mesi chiusi a settembre a 8,089 miliardi di euro (+1,7% rispetto allo stesso periodo del 2018).

Sopra le stime l’utile netto del terzo trimestre, pari a 320 milioni (-0,4%). Nei primi nove mesi, il bilancio è pari a 1,083 miliardi (+2,6% annuo). Il risultato operativo invece è stato pari a a 459 milioni (+0,8%) nel terzo trimestre, in salita a a 1,540 miliardi (+2,1%) a fine settembre.

Agli azionisti un acconto sul dividendo

E’ stato inoltre approvato l’acconto sul dividendo del 2019 pari a 0,154 euro, cioè un terzo della cedola per azione prevista per il 2019 dal piano Deliver 2022. L’acconto sarà messo in pagamento dal 20 novembre, con ‘data di stacco’ della cedola numero 5 coincidente con il 18 novembre 2019 e record date (ossia data di legittimazione al pagamento del dividendo stesso) coincidente con il 19 novembre 2019.

La strategia per i prossimi anni

Parlando dei risultati di bilancio, Del Fante ha confermato:

“La flessibilità del nostro modello – ha aggiunto – è dimostrata nel migliore dei modi dalle performance dei segmenti Servizi assicurativi e pagamenti, mobile e digitale, che hanno sostenuto i risultati del gruppo nel trimestre. La trasformazione industriale, già implementata come parte del nostro piano strategico Deliver 2022, ha gettato le fondamenta per la crescita futura, focalizzata sull’innovazione e sulla customer experience. Stiamo diventando un’azienda dinamica con una forte componente nativa digitale, che supporta attivamente la vita dei nostri 35 milioni di clienti”.

Inoltre Del Fante riconosce come “chiave del successo del gruppo” la presenza “capillare sul territorio nazionale, attraverso la nostra rete: nessun’altra azienda ha un forte legame con le comunità locali come Poste. Continueremo a lavorare insieme con i comuni e gli enti locali, di tutte le dimensioni, attraverso iniziative come Piccoli Comuni che è stata recentemente ampliata. Tutto ciò ‘è reso possibile dal supporto dei nostri dipendenti, che hanno fatto propria questa trasformazione e ne assicurano un’esecuzione continua, mentre restiamo alla ricerca di sempre nuove opportunità per generare ulteriore valore”.