Portafoglio, dove hanno messo i soldi i gestori, durante il sell off

2 Aprile 2019, di Mariangela Tessa

Quando, nel quarto trimestre del 2018, sui mercati finanziari è andato in scena il sell off degli azionari, che ha coinvolto soprattutto il mercato statunitense, i gestori hanno accumulato cash e obbligazioni con alti rendimenti.

Sono queste, secondo l’asset allocation tracker della casa di investimenti, Harrington Cooper, le due asset class che hanno segnato gli aumenti più consistenti nel periodo in considerazione nei portafogli dei gestori multi-asset, con una crescita del + 3,3% trimestrale.

In particolare, l’esposizione verso i titoli azionari è diminuita del 2,1% al 43,2%. Le azioni statunitensi hanno visto la riduzione maggiore con le allocazioni che sono scese di un punto percentuale al 4,2% nel trimestre, mentre le azioni del Regno Unito hanno visto un calo dello 0,8 % al 16,6% per via delle incertezze legate alla Brexit.

Anche l’esposizione obbligazionaria complessiva è diminuita, con una riduzione delle allocazioni dell’ 1,5 % al 37,8%. Tuttavia, le obbligazioni non investment grade hanno visto la loro esposizione aumentare del 3,3% al 14,9%, mentre la liquidità ha segnato un aumento simile al 6,8%.