Piuttosto che Borse Europa, per i trader meglio bond che rendono zero

22 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – L’azionario europeo garantisce rendimenti pari a circa sette volte quelli offerti dai bond della regione. Ciononostante, i trader internazionali preferiscono investire nel reddito fisso e tenersi alla larga dalle Borse.

Anche dopo che l’indice di Borsa di riferimento del continente, l’Euro Stoxx 50, ha registrato il risultato settimanale più positivo da ottobre, gli investitori hanno chiuso posizioni nei fondi azionari europei per 4,2 miliardi di dollari nel periodo conclusosi il 17 febbraio scorso. Si tratta del livello più alto in più di un anno.

Sono le conclusioni a cui è arrivata Bank of America in una nota in cui vengono citati i calcoli di EPFR Global. La fuga dai fondi azionari arriva in un momento in cui la differenza di rendimento tra le società quotate e i bond è ai massimi di sempre.

Le stime sul rendimento delle società quotate all’Euro Stoxx 50 sono del 4,3%. In confronto il debito della regione nel suo complesso è di un misero 0,6%. Si tratta del 3,7% di differenza.

La discrepanza potrebbe ampliarsi ancora, secondo quanto riferito a Bloomberg dal gestore di portafogli Simon Wiersma di ING Groep NV.

Gli investitori che quattro mesi fa si sono buttati a capofitto nelle Borse quando la differenza di rendimento era di questa  portata hanno pagato caro l’azzardo: la fase rialzista autunnale è svanita in fretta a dicembre e chi ha scommesso nell’azionario ha perso molti soldi.

Un sondaggio condotto da Bank of America ha mostrato come i gestori di fondi stiano puntando sempre di più sulla liquidità, come suggerito anche dalla consulente indipendente di investimenti Ida Pagnottella nel suo blog su Wall Street Italia. L’ammontare di investimenti in cash è salito ai massimi di 14 anni questo mese e le aspettative di crescita economica globale sono invece ai minimi dal 2011.

Fonte: Bloomberg