Piazza Affari: occhio a calo Ftse Mib, cosa liquidare e la banca su cui puntare

16 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

MILANO (WSI) – Pietro Di Lorenzo, amministratore unico di SOS Trader, spiega cosa sta avvenendo su Piazza Affari, e a che punto si trova l’indice Ftse Mib.

“L’indice Ftse Mib disegna una white spinning top che tocca il minimo dal 12 Aprile, mostrando una reazione degli acquirenti in area 17.400 dopo che l’indice aveva chiuso 9 giornate negative nelle ultime 10 sedute. Ci lasciamo alle spalle la terza settimana negativa consecutiva (la settima in rosso delle ultime 9) che porta il bilancio annuale in passivo del 17,22%. L’impressione è che il mercato non trovi un tema che possa essere cavalcato per innescare un nuovo impulso rialzista e che sul nostro listino ci sia timore per la tenuta dei titoli bancari (in particolare per quelli delle banche popolari) con le principali blue chips del settore finanziario a contatto con supporti importanti. Operativamente abbiamo effettuato uno switch nel nostro portafoglio liquidando Yoox (con un profitto del 10.17% in sole 3 sedute) e inserendo Unicredit, che è al test del supporto chiave in area 2.8€.

In riferimento alle idee di trading, Di Lorenzo segnala:

  • BPM disegna un potenziale doppio minimo in area 0.5€. Possibile un tentativo di rimbalzo da questo livello.
  • Ci attendiamo grande volatilità su Telecom Italia in attesa della conference call 1° trimestre e aggiornamento piano industriale (9,30). I prezzi sono inseriti da 14 sedute all’interno del rettangolo 0.83€ -0.88€: la fuoriuscita da questo box innescherà un violento movimento direzionale.ù
  • Esplosione dei volumi e della volatilità per Ferragamo che testa la trendline ribassista scaturente dai massimi del 12 ottobre a 27.03€. Il superamento di questo livello, fornirà un significativo segnale di inversione.
  • Mediobanca è il titolo bancario che mostra maggior forza relativa archiviando la quarta seduta positiva consecutiva. La tenuta della trendline rialzista scaturente dai minimi toccati l’11 Febbraio a 5.415€ consentirà il raggiungimento del target a 7€ nel breve termine.
  • STM disegna un interessante triplo minimo in area 4.6€. Ci attendiamo a breve un tentativo di rimbalzo.
  • Anima, come previsto, realizza un doppio minimo in area 5.1€. Chi fosse intervenuto fissi stop loss a 5.2€ e target a 6€.
  • UBI riconosce il supporto in area 3.13€ con una white closing marubozu sostenuta dai volumi. Possibile intervenire sulla conferma del segnale di reazione.

Fonte SOS Trader