Piazza Affari, i titoli su cui guadagnare o speculare al ribasso

18 Aprile 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Dopo una settimana positiva, che si è però chiusa con una nota negativa, Piazza Affari dovrebbe mostrare un andamento volto al consolidamento segnato da una pausa fisiologica per i titoli bancari che più hanno corso l’ottava appena trascorsa, anche grazie alle novità sul fronte del piano governativo per risolvere l’annosa questione delle sofferenze lorde e della liquidità.

Secondo i graficisti c’è da attendersi “un consolidamento sotto area 18.300 che consentirà di assorbire alcuni eccessi in particolare di alcuni titoli bancari che si sono apprezzati di 1/3 nel giro di poche sedute”. Lo dice nel suo consueto report settimanale Pietro Di Lorenzo di Sos Trader.

Dopo aver guadagnato il 4,7% nelle prime 4 sedute della settimana, il listino delle blue chip ha registrato “una fisiologica battuta d’arresto. A trainare il mercato sono state le banche, dopo la nascita del fondo Atlante, che faciliterà gli aumenti di capitale degli istituti di credito e potrà acquistare i Non performing loans” (npl), scrive l’analista.

Dal punto di vista tecnico il Ftse Mib ha disegnato “un tweezer top ovvero un pattern che presenta due massimi consecutivi allineati a 18.330 punti. La performance dell’indice quest’oggi potrebbe essere influenzata dallo stacco della cedola di tutta una serie di gruppi quotati traa cui Autostrade Meridionali, Banca Mediolanum (saldo), Banco Desio, Banco Popolare, De’ Longhi, FinecoBank, Moleskine, Piaggio, Prysmian, Recordati (saldo), UniCredit (script dividend).

Fra i titoli del S&P MIB 40 interessanti per la prossima seduta, fra le idee di trading comunicate da Sos Trader si segnalano:

  • LUXOTTICA disegna una Long white che esplode nella volatilità dopo aver toccato il minimo dal 15 gennaio 2015 a 47.05€. Il ritorno sopra area 49.1€ potrebbe innescare un ulteriore rimbalzo
  • BANCO POPOLARE prosegue il rally apprezzandosi del 43.5% dai minimi toccati il 7 Aprile. Attendiamo un rapido pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio
  • STM disegna una white Marubozu con volumi importanti (i più elevati dal 27 gennaio). Possibile un ulteriore allungo verso area 5.5€
  • Volumi crescenti anche per FERRARI che disegna una Long white che testa la resistenza passante in area 39€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un interessante segnale rialzista
  • CARIGE fornisce interessanti segnali di inversione archiviando la sesta seduta positiva consecutiva che interrompe la lunga serie di massimi decrescenti

Fonte: Sos Trader