Piazza Affari gioisce travolta dagli acquisti

22 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piazza Affari conclude la seduta in corsa. I listini italiani, dopo un’avvio sotto la linea di parità hanno cambiato rotta a metà mattina scegliendo la strada dei rialzi. Il rally vero e proprio ha avuto inizio dopo l’avvio della borsa americana che è partita con grande slancio e che ancora mostra ottimi guadagni. Il panorama è dipinto di un verde brillante anche per le borse europee, che già a metà mattina erano state sostenute dai dati sugli indici PMI dei paesi della Zona Euro, migliori del previsto. A dare una mano alla borsa di Wall Street il fronte corporate dove le trimestrali annunciate oggi sono state per la maggior parte migliori delle attese. Nessuna reazione dei mercati, invece, dopo il dato macro sulle richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione che sono risultate in aumento oltre le attese. Gli altri due dati diffusi negli Stati Uniti, pur non eccezionali, hanno comunque battuto le stime degli analisti. In diminuzione le vendite di case esistenti USA del mese di giugno che mostrano un ribasso del 5,1% a 5,37 milioni di unità, rispetto ai 5,66 mln del mese di maggio. Le attese degli analisti indicavano una discesa a 5,10 milioni di unità. Registra un ribasso dello 0,2% anche il superindice USA relativo al mese di giugno rispetto al +0,5% rivisto di maggio. Il dato che è stato comunicato dal Conference Board degli Stati Uniti batte comunque le stime che attendevano un calo dello 0,3%. Sul mercato valutario, l’euro consolida il recupero nei confronti del biglietto verde superando gli 1,29 dollari. Intanto, il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke ha sottolineato come la Fed sia pronta “ad adottare misure per stimolare ulteriormente l’economia se la crescita risulta essere più debole di quanto previsto. Il FTSE IT All-Share archivia la giornata in corsa con un + 2,58% a 21.162 punti, mentre il FTSE MIB avanza a grandi passi con un +2,76% a 20.694 punti. In rialzo anche il FTSE Mid Cap che chiude con un guadagno dell’1,66% a 23.083 punti ed il FTSE STAR con un incremento dello 0,50% a 10.619 punti. Ancora una giornatta brillante per la Fiat grazie ai buoni risultati annunciati ieri, alla conferma sullo spinoff, oltre ai vari upgrade giunti oggi da alcuni broker. Schermo verde brillante pert Mediaset che beneficia dell’upgrade a neutral da sell deciso da Goldman Sachs. Banche in pole position, mentre attendono l’esito degli stress test. Secondo alcune indiscrezioni stampa i test bancari italiani dovrebbero essere positivi e, comunque, nella maggior parte dei casi, al di sopra della sufficienza. Fra gli assicurativi, resta in luce Unipol. Brillante Prysmian forte delle parole dell’AD, Valerio Battista, che ha parlato di primi segnali di ripresa. Petroliferi in fiamme, con Eni che sovraperforma l’intero settore oil europeo. Sempre nell’energia, positiva Edison in attesa dei risultati semestrali domani. Sul completo chiude a passo spedito Tod’s che, nel primo semestre, ha annunciato ricavi preliminari in salita e la distribuzione di un dividendo straordinario. Giornata positiva per Piquadro. L’Assemblea degli Azionisti della società ha approvato il Bilancio dell’esercizio al 31 marzo 2010 e la distribuzione agli Azionisti di un dividendo unitario di 0,080 euro, per un ammontare complessivo di 4 milioni di euro. Prosegue il crollo Risanamento dopo il recente sequestro dell’area Santa Giulia.