Piazza Affari conclude in verde brillante

16 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piazza Affari conclude la giornata vestita di verde brillante. Il listino italiano, che già in avvio ha aperto la seduta all’insegna degli acquisti, ha accelarato al giro di boa. Sostenuta poi, da una buona apertura e un buon andamento di Wall Street, la borsa di Milano ha ampliato i guadagni, anche se l’accelerazione era iniziata già prima dell’avvio della borsa americana seguendo la scia delle altre borse di Eurolandia. I riflettori restano comunque puntati sull’esito della riunione di stasera della Federal Reserve dalla quale gli operatori prevedono un nulla di fatto in materia di tassi d’interesse, ma da cui attendono con ansia di interpretare le parole scelte dal Fomc nel presentare la decisione sui tassi di interesse USA. Sul mercato valutario, l’euro si rafforza sul dollaro superando la quota 1,37 dollari. La moneta di Eurolandia, ha beneficiato anche dello Zew tedesco che, in mattinata, ha evidenziato come la fiducia degli investitori in Germania è scesa meno del previsto. Tra gli indici milanesi, il FTSE All-Share archivia la seduta con un rialzo dell’1,06% a 23.112 punti, mentre il FTSE MIB guadagna l’1,1% a 22.619 punti. Positivo anche il FTSE IT Mid Cap che chiude con un progresso dello 0,98% a 25.028 punei ed il FTSE IT Star con un incremento dello 0,69% a quota 11.387. Le frecce verdi sono padrone nel principale paniere, Bulgari invece preferisce il rosso rubino chiudendo con quasi dieci punti percentuali di calo dopo che ieri ha annunciato il 2009 in perdita. Citigroup ne ha deciso il taglio del target price a 4,1 euro da 4,6 euro. Chiusura positiva per la Fiat in scia alla pubblicazione dei dati relativi alle immatricolazioni in Europa Occidentale nel mese di febbraio. Il gruppo torinese ha registrato un incremento delle vendite del 5,1% superiore al +3% registrato dall’intero mercato. La quota di mercato è salita al 9,2% dal 9% dell’anno precedente. Tra le banche giornata di guadagni per Unicredit ,che conclude tra le migliori del listino. L’istituto di credito è stato nervoso in avvio ha rinviato al prossimo 13 aprile il Cda su decisione finale di Banca Unica. “Abbiamo semplicemente bisogno di più tempo per affrontare il progetto. Penso che questa sia la soluzione migliore per la banca.” Ha dichiarato Dieter Rampl, il presidente di Unicredit. Rimane al palo Credito Valtellinese che nel 2009 ha annunciato raccolta in salita ed utile netto in calo. Volano le Pagine Gialle di Seat che ha annunciato una riduzione del rosso nel 2009, con un risultato di periodo, negativo per Euro 37,7 milioni nel 2009 contro il rosso 179,7 mln di euro nell’esercizio 2008. Squillo debole Telecom Italia mentre si avvicina la data di presentazione del suo piano industriale. Sul completo, brillante Mondo TV premiata dal mercato per le sue 2010 di utili e ricavi. Denaro anche su Ascopiave che nel 2009 ha registrato utile netto e Mol in sensibile aumento. Debutto con i fuochi d’artificio per le due matricole Poligrafici Printing e PMS. Entrambe in asta di volatilità per la maggior parte della seduta chiudono rispettivamente con il 54% ed il 22%.