Piano Berlusconi: “al voto se Cassazione mi condanna”

15 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Silvio Berlusconi si prepara a una nuova battaglia politico-giudiziaria per combattere l’eventualità che la Cassazione confermi la condanna a 4 anni e all’interdizione dai pubblici uffici per il processo Mediaset. Una sentenza che è attesa nei prossimi mesi, al massimo nella prima metà del 2014.

Nel Pdl non si parla d’altro. E si studiano le alternative, che sono legate strettamente alla vita del governo e di questa legislatura. Il primo punto da considerare è che anche in caso di condanna confermata, il Senato dovrebbe votare la decadenza del senatore Berlusconi. E oggi, al Senato, il Pdl non ha la maggioranza nella giunta per le autorizzazioni e le elezioni.

Per questo il Cavaliere starebbe pensando ad andare alle elezioni, candidarsi alla Camera dove – in caso di vittoria – il premio di maggioranza garantirebbe al Pdl la maggioranza in commissione per dire no alla decadenza escatenare un conflitto tra poteri dello Stato, forte del consenso elettorale appena ottenuto.

Un piano che, per poter funzionare, richiede che il ritorno alle urne avvenga prima della pubblicazione delle motivazioni della Cassazione.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da La Repubblica – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © La Repubblica. All rights reserved