Pensioni luglio 2021, le date dei pagamenti

8 Giugno 2021, di Mariangela Tessa

Anche per il pagamento delle pensioni a luglio, i pensionati che ricevono l’accredito INPS alle Poste, riceveranno gli accrediti in anticipo con la medesima procedura Covid fin qui adottata e peraltro estesa fino alle pensioni di agosto.
Lo ha confermato la consueta ordinanza della Protezione Civile (la n.778/2021), in attesa del calendario ufficiale, che sarà comunicato ufficialmente dall’Inps nei prossimi giorni.

Il calendario INPS normalmente accrediterebbe le pensioni in banca e poste lo stesso giorno, ma per evitare assembramenti saranno anticipate in posta. I pensionati che ricevono il pagamento della pensione in banca nel mese di luglio, ricevono l’importo accreditato sul proprio conto corrente bancario dal giorno lunedì 1 luglio 2021.

Pagamento pensioni a luglio: il calendario

Tutti i pensionati titolari di un conto BancoPosta o Postepay Evolution, oppure di un semplice libretto di risparmio invece, potranno ritirare la pensione dal 25 giugno 2021, seguendo l’ordine alfabetico del cognome:

A – B ritiro pensione il giorno venerdì 25 giugno;
C – D ritiro pensione il giorno sabato 26 giugno;
E – K ritiro pensione il giorno lunedì 28 giugno;
L – O ritiro pensione il giorno martedì 29 giugno;
P – R ritiro pensione il giorno mercoledì 30 giugno;
S – Z ritiro pensione il giorno giovedì 1 luglio.

I pagamenti delle pensioni di luglio 2021 saranno anticipati per scaglionare l’ingresso presso Poste Italiane e limitare il rischio contagio; il pagamento in anticipo è sicuramente una misura utile per evitare gli assembramenti davanti agli uffici postali.

Si confermano anche le altre agevolazioni Covid: gli ultrasettantacinquenni senza nessuno da delegare, possono rivolgersi all’Arma dei Carabinieri per farsi portare la pensione a casa (con delega per il ritiro e la consegna a domicilio della prestazione pensionistica).

Poste Italiane ricorda infine che è necessario indossare la mascherina protettiva, entrare nell’ufficio postale solo all’uscita del cliente precedente e tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno sia nelle sale aperte al pubblico.