Pensioni, Boeri: “governo dica verità, c’è bisogno degli immigrati”

4 Luglio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Quasi sei milioni, per l’esattezza 5,8 gli italiani che nel 2016 hanno ricevuto un assegno previdenziale mensile sotto i 1000 euro. A renderlo noto il Rapporto annuale Inps presentato oggi dal presidente dell’Istituto nazionale di previdenza sociale Tito Boeri.

Per le donne la percentuale di chi riceve meno di 1.000 euro al mese sul totale delle pensionate è del 46,8% (3,8 milioni di persone) mentre per gli uomini è del 27,1%. Sono invece circa 1,06 milioni i pensionati che percepiscono più di 3.000 euro al mese. Presentando il Rapporto, Boeri ha parlato anche del blocco dell’adeguamento dell’età pensionabile considerato un danno per le nuove generazioni.

“Bloccare l’adeguamento dell’età pensionabile agli andamenti demografici non è affatto una misura a favore dei giovani. Scarica sui nostri figli e sui figli dei nostri figli i costi di questo mancato adeguamento”.

In merito ad altre misure previdenziali, il numero uno dell’Inps ha anche fatto riferimento al Reddito di inserimento che verrà attuata dal 2018, dimostrando sì a favore ma criticandone l’importo, troppo basso.

“È sicuramente un passo in avanti rispetto alle tante misure parziali introdotte negli ultimi anni (dal Sia all’Asdi, dalla social card alla carta acquisti), ma è ancora una misura basata su condizioni categoriali arbitrarie e l’importo sembra anche troppo basso”.

Infine sul tema migranti che nelle ultime ore è tornato alla ribalta complice il vertice di Parigi, Boeri ha sottolineato come la chiusura delle frontiere costituisce un grande danno per l’Italia, con il rischio di distruggere il sistema di protezione sociale.

Azzerando i flussi in entrata di contribuenti extracomunitari – come ha sottolineato il presidente  – si produrrebbe per il 2040 73 miliardi in meno di entrate contributive e 35 miliardi in meno di prestazioni sociali destinate a immigrati, con un saldo netto negativo di 38 miliardi per le casse dell’Inps.

Da qui il monito di Boeri.

“Una classe dirigente all’altezza deve avere il coraggio di dire la verità agli italiani: abbiamo bisogno degli immigrati per tenere in piedi il nostro sistema di protezione sociale”.