Oro in forte calo: possibili ulteriori ribassi

10 Maggio 2022, di Gianmarco Carriol

L’oro ha iniziato la settimana con un’altra vendita aggressiva. Lunedì scorso, 2 maggio, ha segnato l’apertura del mese per l’oro e il metallo giallo è scivolato verso il basso per un nuovo minimo di due mesi prima di trovare un supporto alla resistenza precedente, presa dall’oscillazione a 1.855 dollari.

Il livello di prezzo a 1.855 dollari rimane rilevante: questo è stato il massimo dell’oscillazione a gennaio e si è mostrato brevemente come resistenza a febbraio.

Dopo aver contribuito a impostare il supporto lunedì e martedì della scorsa settimana, i venditori si sono spinti nuovamente lì per un test che inizia questa settimana. Ciò riporta l’attenzione sulla resistenza a breve termine, con il livello a 1.878 dollari che rimane di interesse.
Oltre a ciò, abbiamo una zona che era in gioco per la resistenza venerdì a 1.888-1.891 dollari; se i rialzisti possono spingersi oltre, la stessa zona 1.900-1.925, potrebbe tornare in gioco, ciò potrebbe portare avanti l’azione di pull over sui prezzi per tutta la scorsa settimana, con il livello del 1.908 dollari che si è confermato come il massimo della scorsa settimana.

Grafico 4 ore XAU/USD

Gianmarco Carriol | Wall Street Italia

Una visione più ampia sull’oro

Grafico giornaliero XAU/USD - Tradingview

Facendo un passo indietro, sul grafico giornaliero si evidenzia l’importanza del livello posto a 1.855 dollari. La resistenza precedente è intervenuta quando un nuovo supporto e i venditori sono rimasti finora abbastanza persistenti dopo che questo livello è entrato in gioco.

Più allettante della presa di supporto stessa è la potenziale mossa, se dovesse cedere, poiché il prossimo punto di supporto è più in basso intorno all’area del 1830; dopodiché entra in gioco uno swing precedente dal livello a $1.810.

Il supporto a lungo termine è intorno al livello a $1.783 il che mantiene la porta aperta per un considerevole potenziale sul lato sell se i venditori dovessero mantenere il controllo dell’azione dei prezzi sul lungo termine.

Facendo un ulteriore passo indietro sul grafico dell’oro c’è un altro elemento d’interesse. C’è una trendline rialzista che, per questa settimana, si proietta intorno a $1.845. Per i tori dell’oro, una presa a questo livello sarebbe la chiave per mantenere la porta aperta per le strategie di topside. Questa trendline collega i minimi oscillanti dello scorso agosto e di questo gennaio. Tale proiezione potrebbe entrare in gioco se i venditori dovessero continuare a guidare la direzionalità.

Grafico settimanale XAU/USD

Gianmarco Carriol | Wall Street Italia