Oro finto per le strade di New York

24 Settembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Gli agenti federali aprono le indagini sul commercio di lingotti d’oro falsi, principalmente fatti di tungsteno senza alcun valore, nel cuore di Manhattan, nel Diamond District. A riportare la notizia il The Post, secondo cui sarebbero stati venduti almeno 10 lingotti fasulli.

Un venditore d’oro conferma che quattro dei lingotti acquistati, con valore sui $72.000, erano contraffatti. “Io e altri come me nel settore, in questo quartiere lavoriamo e basiamo i nostri rapporti sulla fiducia”, ha commentato Ibrahim Fadl, proprietario di Express Metal Refining, una raffineria nel centro della città. “Ora questa fiducia viene a mancare”.

Fadl avrebbe acquistato il prezioso da un noto venditore russo, con la quale già in passato aveva fatto affari. Non si tratta di inesperienza: Fadl è nel settore da oltre 40 anni. Avrebbe analizzato i lingotti e i vari marchi con accurata diligenza.

Il prezzo dell’oro è cresciuto oltre +600% dal gennaio del 2000, mentre l’indice azionario S&P500 ha registrato appena -0,6% nello stesso periodo di riferimento. Il tungsteno è un metallo industriale che pesa circa come l’oro con la differenza che costa appena $1 l’oncia, rispetto a $1.774,8 l’oncia del metallo giallo.

I lingotti da 10 once sono molto utilizzati tra gli investitori. Ancora non è ben chiaro quanti ne siano stati venduti in totale e se qualcuno sia stato acquistato al dettaglio da privati.