Cina, i prossimi 5 anni cruciali per la modernizzazione

19 Ottobre 2022, di Xiaolin Chen (KraneShares)

In apertura del 20° congresso del Partito Comunista Cinese (PCC) riunitosi domenica mattina a Pechino, il presidente Xi Jinping ha presentato un rapporto che riassume i risultati ottenuti dal PCC e dal governo della Cina negli ultimi cinque anni e ha definito il programma per i prossimi cinque anni e oltre. Le tre aree chiave a cui prestare attenzione sono: performance, politiche e persone (il nuovo gruppo dirigente).

1. Valutazione dell’operato del PCC/Governo

Si tratta di un’auto-valutazione del PCC sui risultati degli ultimi 5 anni come Partito e leader del Paese. In questa sessione Xi Jinping:

  1. ha riconosciuto i risultati economici della Cina, affermando che la crescita del Pil cinese ha raggiunto i 114 mila miliardi di yuan nel 2021, con un peso di oltre il 18% sul Pil mondiale e un contributo di oltre il 38% alla crescita mondiale;
  2. ha annunciato con orgoglio che in questo periodo più di 100 milioni di persone sono diventate benestanti, un obiettivo fondamentale per il PCC. L’obiettivo è aiutare le famiglie a basso reddito a raggiungere e superare il reddito medio precedente e a uscire dalla povertà;
  3. ha sottolineato le iniziative ben avviate, tra cui, ma non solo, la maggiore influenza dell’economia cinese sulla scena internazionale, la creazione di tecnologie innovative e il progresso di tecnologie chiave in settori cruciali.

Il messaggio maggiormente positivo che abbiamo colto dalla relazione di Xi Jinping è il suo riconoscimento delle sfide affrontate e da affrontare. Ha infatti affermato che, come leader del Paese, è pienamente consapevole del rallentamento dell’economia, delle relazioni con il resto del mondo ed è pronto ad allineare le politiche per raggiungere gli obiettivi fissati per i prossimi cinque anni.

2. Linee guida sulle politiche, comprese quelle domestiche, internazionali ed economiche

11 delle 15 sessioni hanno fornito direttamente indicazioni sulle politiche che riguardano tutti gli aspetti, compresi quelli interni, internazionali, economici e domestici. Ecco i punti principali:

  • Crescita di alta qualità – lo sviluppo economico rimane importante con una continua attenzione alla crescita di alta qualità, concentrandosi sull’economia reale quando si dà impulso alla modernizzazione delle catene di approvvigionamento industriale.
  • Le persone al centro – Xi Jinping ha ribadito di voler migliorare ulteriormente il reddito, i mezzi di sostentamento delle persone e l’occupazione. Suggerisce di accelerare la creazione di un sistema abitativo.
  • Crescita a doppia circolazione – focus su crescita interna e sulle opportunità di investimento internazionali.
  • L’impegno per le iniziative globali – OBOR, Carbon/Green sono tutte iniziative menzionate nella relazione. Xi Jinping ha sottolineato la necessità di raggiungere in modo proattivo e graduale l’obiettivo della neutralità carbonica, di far progredire la rivoluzione energetica, di accelerare la costruzione di un nuovo ecosistema energetico e di coinvolgere e contribuire in modo proattivo alle iniziative globali per affrontare il cambiamento climatico.
  • Una Cina moderna – Il presidente cinese ha sottolineato il miglioramento del quadro normativo, delle politiche e del sistema di monitoraggio dei rischi per salvaguardare le catene di approvvigionamento di cibo, energia e altri beni chiave come la tecnologia.
  • Due obiettivi fondamentali per il PCC: 1) 2020-2035 – raggiungere la modernizzazione socialista; 2) 2035-2050 rendere la Cina un grande Paese socialista moderno, prospero, forte, democratico, culturalmente avanzato, armonioso e bello.
  • Sicurezza nazionale – Il presidente cinese ha sottolineato la necessità di attuare con fermezza la politica nazionale di base “Un Paese, due sistemi”. Si è impegnato a promuovere il massimo sforzo per perseguire una riunificazione pacifica con Taiwan, ma ha affermato che la Cina non promette di rinunciare all’uso della forza. Questa politica non è nuova e non dovrebbe sorprendere il mercato o gli investitori, poiché si tratta solo di una riproposizione della stessa politica. Xi ha ripetuto più volte che le popolazioni di entrambe le parti hanno sempre voluto la pace e si vuole impegnare a perseguirla.

Da queste 11 sessioni, un messaggio chiave trasmesso da Xi Jinping è che “i prossimi 5 anni saranno il periodo cruciale per la Cina per raggiungere tutti gli obiettivi fissati in questa occasione e per renderla una società moderna”. Riteniamo che i prossimi 5 anni saranno tutti dedicati all’esecuzione, all’implementazione e alla realizzazione degli obiettivi prefissati. Storicamente, questo è un periodo in cui le politiche monetarie, fiscali e normative dovrebbero rimanere accomodanti per consentire alle aziende di concentrarsi sull’attività. A nostro avviso, ciò è positivo per il mercato.

3 . Persone

Il nuovo gruppo dirigente sarà svelato il 23 ottobre, quando i nuovi membri del Politburo e del Comitato permanente del Politburo saranno ufficialmente nominati durante la prima sessione plenaria del 20° Comitato centrale del PCC.

Nel complesso, si tratta di un rapporto equilibrato, completo e rassicurante da parte del PCC e del governo. Fornisce una chiara guida sulle iniziative politiche a lungo termine e rassicura su una fase di transizione dell’economia per raggiungere questi obiettivi. Il rapporto stabilisce una chiara direzione per il gruppo del Central Economic Work che ospiterà la propria conferenza a metà dicembre per definire le prospettive di politica economica.

Rispetto al 19° rapporto, in questo rapporto vengono utilizzate frequentemente parole come “popolo”, “socialismo”, “modernizzazione” e “sicurezza”, mentre la frequenza del termine “riforma” è notevolmente diminuita. Si presume che il ciclo di irrigidimento normativo sia ormai alle spalle.

I prossimi appuntamenti per la Cina

Secondo l’agenda divulgata, i leader e i delegati del Partito si concentreranno sull’emendamento alla Costituzione del Partito, sulla revisione del rapporto del 19° Comitato centrale del PCC e sull’elezione del 20° Comitato centrale del PCC e della 20° Commissione centrale del PCC per l’ispezione disciplinare. Il 23 ottobre verranno rivelati i nomi dei 25 membri del nuovo Politburo e tra questi i 7 che comporranno il Comitato Permanente, ovvero la nuova leadership cinese per i prossimi 5 anni.