Obama vede Letta. ‘Io pure ho problemi a casa’

17 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) -Il presidente del Consiglio Enrico Letta è arrivato alla Casa Bianca, dove sta per incontrare il presidente americano Barack Obama. Ai colloqui, che si svolgeranno nello Studio Ovale, sarà presente anche il segretario di Stato John Kerry. Le dichiarazioni congiunte dei due leader alla stampa sono previste tra circa un’ora. Poi pranzo, sempre al 1600 di Pennsylvania Avenue a Washington DC, con lo stesso Obama, il vicepresidente Joe Biden e la consigliera per la sicurezza Susan Rice.

Capire quello che sta succendo negli Stati Uniti sul fronte politico “non e’ facile ma posso capirlo perche’ anche io ho i miei problemi a casa”. Lo ha detto ieri, nella serata americana, il presidente del Consiglio Enrico Letta ai microfoni della tv pubblica americana Pbs alla vigilia dell’incontro di oggi alla Casa Bianca con il presidente Usa Barack Obama.

Il premier italiano ha risposto a una domanda relativa al braccio di ferro tra democratici, repubblicani e amministrazione che ha provocato per 16 giorni lo shutdown federale e che ha rischiato di fare cadere gli Stati Uniti in un default.

Un accordo al Congresso e’ stato trovato qualche ora dopo l’intervista ma Letta aveva spiegato di sapere “cosa significa quando ci sono scontri fra fazioni, partiti e individui”. In simili circostanze “non e’ facile raggiungere accordi politici”, ha dichiarato Letta, reduce dalla messa a punto di una legge di stabilita’ che, secondo Palazzo Chigi, e’ equilibrata dal momento che le critiche arrivano sia Confindustria sai dai sindacati.

“Sono fiducioso” che l’Italia sia ormai sulla strada della stabilita’ politica ed economica. “Siamo fuori dall’emergenza”, ha sottolineato Letta, facendo riferimento all’ “importante” voto di fiducia incassato recentemente e all’approvaione della Legge di Stabilita’ per il 2014, una legge in cui “per la prima volta dopo anni in Italia vedra’ scendere il debito, il deficit, la spesa pubblica e le tasse“.

La speranza di Letta e’ di “un ritorno alla crescita l’anno prossimo”. Spiegando che il peggio e’ passato e che “siamo pronti ad avere un budget sotto controllo”, Letta ha aggiunto che ora serve “applicare le riforme”. (TMNEWS)