Obama debutta in TV in cerca di consensi

16 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Primo discorso alla nazione di Barak Obama. Un tema molto spinoso è stato oggetto della diretta televisiva del Presidente USA dallo Studio Ovale della Casa Bianca. La questione del Golfo del Messico, tema tanto imbarazzante quanto delicato per il Premier statunitense, che recentemente ha visto calare molto i consensi del popolo americano. Un Obama molto determinato si è presentato ieri in prime time sulla TV statunitense, annunciando che gli Stati Uniti utilizzeranno ogni mezzo a disposizione per combattere la perdita di greggio nel Golfo del Messico. Un intento lodevole ma forse un po’ tardivo? La verità è che la vicenda rischia di trasformarsi in una “Waterloo” per il giovane e promettente Presidente americano. Ma non poteva mancare un capro espiatorio… La BP è stata pesantemente accusata di negligenza e sollecitata a ripagare tutti i danni del più grave disastro ambientale del secolo negli Stati uniti. Indubbiamente la compagnia petrolifera deve assumersi le proprie responsabilità, ma chi ha permesso che il danno raggiungesse proporzioni colossali? Intanto, Obama si gioca un’altro jolly e torna a parlare di ricerca per le “energie pulite”, per ridurre la dipendenza degli Stati uniti dal petrolio e dai suoi derivati.