Nobel Krugman: la prova che problema deficit è quasi risolto

11 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Non sempre sistemare il problema del deficit significa tagliare le spese e avviare programmi dolorosi. In un grafico del Centro sulle priorita’ in tema di Budget e Politica, di Richard Kogan, si vede quanto gli Stati Uniti si siano spinti in la’ negli ultimi due anni.

La soluzione meno dolorosa e piu’ efficace per risolvere il problema del deficit Usa, secondo l’esperto in materia fiscale, sarebbe quella di aumentare la crescita del Pil. La ripresa e’ avviata e il governo Obama otterra’ un progressivo incremento delle entrate derivanti dal miglioramento della produttivita’.

Quanto al problema della spese pubblica, secondo il premio Nobel Paul Krugman, non sussiste. Per risolvere il problema del deficit basta poco. A dirlo e’ il grafico di Richard Kogan.

Come sottolinea anche , il rapporto tra debito e Pil e’ un valore molto importante da prendere in considerazione, ma non e’ un tasso che puo’ crescere per sempre. “Se lo facesse – dice l’analista – ridurebbe l’ammontare di risparmi nazionali a disposizione da dedicare agli investimenti privati”.

Cio’ metterebbe in serio pericolo la crescita della produttivita’ e gli standard di vita degli statunitensi.

Il grafico mostra chiaramente che un processo di stabilizzazione del rapporto tra debito e Pil nella maggiore economia al mondo e’ in corso. Per completare tale processo, bisognerebbe imporre una ulteriore riduzione di 1.400 miliardi del deficit.