“Niente panico, Wall Street salirà del 10% quest’anno”

5 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – All’indomani del pesante sell off che ha caratterizzato la prima seduta dell’anno di Wall Street, Jeremy Siegel, professore di finanza presso la Wharton School of Business tenta di rassicurare gli investitori, affermando che il 2016 non sara’ un anno così drammatico per l’azionario americano. Anzi. Il trend, seppure non brillante, sara’ positivo.

In un’intervista alla Cnbc, Siegel afferma che la Borsa Usa potrebbe tranquillamente salire dell’8-10% durante l’anno, riuscendo così a svincolarsi dalle preoccupazioni sullo stato di salute della Cina.

Diverse le ragioni citate a sostegno della sua visione positiva. Prima di tutto, l’andamento dell’economia statunitense. Siegel crede che la ripresa americana sia piu’ sostenuta delle attese. Allo stesso tempo, per via delle preoccupazioni sullo stato dell’economia mondiale, la Banca Centrale Americana procedera’ sulla strada del rialzo dei tassi in maniera cauta.

Non solo. Una spinta positiva dovrebbe arrivare anche dal prezzo del petrolio che, stando alle stime di Siegel, dovrebbe stabilizzarsi.

Va ricordato che ieri, nella prima seduta del 2016, l’S&P 500 e il Nasdaq hanno registrato il peggiore inizio d’anno dal 2001 mentre per il Dow Jones e’ stato il peggiore dal 2008 ma nella prima parte della giornata l’indice delle 30 blue chip sembrava destinato ad archiviare il peggiore dal 1932.