Wall Street tocca nuovi record, focus torna sul commercio

10 Gennaio 2020, di Mariangela Tessa

Wall Street ha chiuso la seduta di ieri in rialzo e su nuovi massimi. I mercati si sono messi alle spalle i timori per le tensioni in Medio Oriente e tornano a concentrarsi sull’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina. Le due superpotenze dovrebbero siglare la ‘fase uno’ dell’intesa la prossima settima ma il presidente Usa, Donald Trump, ha avvertito che la ‘fase due’ dell’accordo commerciale con la Cina potrebbe slittare a dopo le elezioni presidenziali del 2020.

Il petrolio si assesta al di sotto dei 60 dollari al barile dopo lo scivolone della seduta precedente. Il contratto del greggio con scadenza febbraio ha perso 0,05 dollari, meno dello 0,1%, a 59,56 dollari al barile. Il Djia ha guadagnato 211,81 punti, o lo 0,74%, a quota 28.956,90. L’S&P 500 è salito 21,65 punti, or 0,67%, a quota 3.274,70. Il Nasdaq ha aggiunto 71,18 punti, guadagnando lo 0,81%, a quota 9.203,43.