Wall Street, Sec prepara delisting di società cinesi poco trasparenti

18 Novembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Nuovo capitolo per le tensioni tra Usa e Cina. In base a fonti anonime citate da Bloomberg, la Sec, l’autorità di controllo dei mercati Usa, starebbe proseguendo con i lavori sulla regolamentazione che porterebbe al delisting delle società cinesi quotate a Wall Street nel caso di non compliance con le regole locali di auditing.

La proposta potrebbe arrivare entro fine anno.

Già nei mesi scorsi la Sec aveva dichiarato di diffidare della trasparenza della reportistica delle società cinesi. Gli investitori che avessero subito danni causati da una mancata disclosure di informazioni avrebbero inoltre avuto un accesso a sistemi di rivalsa considerevolmente inferiore rispetto a quello garantito con riferimento ad aziende statunitensi.

Il provvedimento andrebbe a colpire le società non conformi per tre anni, ma potrebbe portare all’uscita di alcuni grossi player cinesi dai listini americani.