Wall Street peggiora dopo report occupazione, dollaro venduto

6 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

Deciso peggioramento per gli indici di Wall Street, dopo la pubblicazione del report occupazionale Usa, che si è confermato decisamente peggiore delle attese. Nel mese di aprile, negli Usa sono stati creati 160.000 posti di lavoro, contro i 200.000 circa previsti.

Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 5%, come previsto.

Al momento i futures sul Dow Jones cedono -0,4%, ovvero 74 punti; futures S&P 500 -0,5% a 2.034; futures sul Nasdaq 100 -15 punti, o -0,3%, a 4.285.

Si smorzano le speculazioni su un intervento della Fed sui tassi, come dimostrano gli acquisti dei Treasuries Usa e dunque il calo dei rendimenti.

I tassi dei bond Usa a due anni cedono -3,2 punti base allo 0,694%, quelli a 10 anni sono in calo di 2.8 punti base all’1,719%. Quelli a 30 anni -3,2 punti base al 2,574%.

Sul valutario, dollaro venduto, con l’euro che sale +0,6%, a $1,1470; sterlina +0,3%, a $1,4531.