Wall Street: in una settimana Dow ha perso il 12%, Fed pronta ad intervenire

2 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

Wall Street ha chiuso la seduta di venerdì scorso contrastata. Il recupero nel tardo pomeriggio è coinciso con un comunicato della Federal Reserve in cui il presidente Jerome Powell ha detto che la banca centrale agira’ ‘in modo appropriato’ per cercare di attutire gli eventuali impatti negativi del coronavirus.

L’indice Vix, che misura la volatilità della borsa, è salito ai massimi dalla crisi finanziaria del 2008, toccando quota 49,15, il livello intraday più alto di sempre dal febbraio del 2018.

Dopo essere arrivato a perdere oltre 1.000 punti durante la seduta, il Djia ha ceduto 357,28 punti, l’1,39%, a quota 25.409,36. L’indice delle 30 blue-chip ha perso il 12,4% da lunedi’ e il 10% da gennaio. L’S&P ha lasciato sul terreno 24,54 punti, lo 0,82%, a quota 2.954,22.

Per la settimana, l’indice ha ceduto l’11,5% mentre per il mese ha perso l’8,4%. Il Nasdaq ha invece guadagnato 0,89 punti, lo 0,01%, a quota 8.567,37 ma ha perso il 10,5% da lunedi’ e il 6,4% da gennaio.