Wall Street, dollaro e tassi Treasuries in rialzo dopo la Fed

27 Settembre 2018, di Daniele Chicca

Wall Street sta guadagnando terreno in avvio di seduta, con il dollaro che, favorito anche dagli ultimi dati macro Usa, scambia in prossimità dei massimi di due settimane rispetto a un paniere di valute rivali (sopra 94,50 punti). Gli investitori stanno digerendo le novità emerse dalla riunione della Federal Reserve, che sembra intenzionata a continuare con il ciclo di strette monetarie anche l’anno prossimo.

A spingersi in rialzo sono soprattutto i grandi gruppi hi-tech che trainano su l’indice S&P 500 (+0,3%), permettendogli di interrompere una striscia negativa di quattro sedute. Il Nasdaq fa ancora meglio (+0,63%). L’indice EuroStoxx 600 scambia in lieve progresso, mentre la Borsa di Milano cede terreno (-0,83%), seppur lontano dai minimi di giornata (si sono visti picchi di -2%). Euro e Btp scivolano in attesa della presentazione della legge di bilancio italiana, che per legge deve avvenire entro la mezzanotte. Pesante anche la sterlina, mentre i rendimenti dei Treasuries Usa continuano la loro cavalcata in rialzo.