Wall Street a due velocità, sul Dow pesa Walgreens (-13%)

3 Aprile 2019, di Mariangela Tessa

Chiusura a due velocità ieri per la seduta a Wall Street. Il Dow Jones Industrial Average ha perso terreno per la prima volta dopo tre giornate di fila in aumento, colpa di Walgreens: la catena di farmacie guidata dall’italiano Stefano Pessina ha sofferto la seduta peggiore dall’agosto 2014 (-12,8%) sulla scia di una trimestrale deludende e del taglio delle stime sugli utili del 2019.

Il Dow ha perso 79,29 punti, lo 0,3%, a quota 26.179,13. L’S&P 500 ha finito invariato a quota 2.867,24. Il Nasdaq Composite è aumentato di 19,78 punti, lo 0,25%, a quota 7.848,69. Il petrolio a maggio al Nymex ha chiuso in rialzo dell’1,6% a 62,58 dollari al barile, massimi del 2019.