Usa: pressioni inflative recedono dalla linea di attacco a novembre

11 Dicembre 2018, di Daniele Chicca

Le pressioni inflative recedono dalla linea di attacco a fine anno negli Stati Uniti, per lo meno rispetto al 2017. La crescita dei prezzi alla produzione negli Stati Uniti ha subito un rallentamento a quota +2,5% dal +2,9%. Su base annuale l’inflazione di fondo dei prezzi alla produzione è rimasta invariato al +2,8%.

Complice una frenata dei prezzi energetici, rispetto a ottobre l’inflazione è aumentata dello 0,1%. Gli analisti interpellati da MarketWatch avevano puntato su una contrazione dello 0,1%. Ma i dati Il tasso dell’indice ‘core’ su base mensile – sempre escludendo le componenti volatili come cibo, energia e commercio – ha registrato invece un progresso dello 0,3% a novembre.